Porti i secchi d’acqua o costruisci un acquedotto?

siccitaindia

Ho già scritto vari articoli sulla crisi che colpisce la società in modo particolare i consumi e di conseguenza le imprese. Ho anche scritto sulle caratteristiche che deve avere oggi un imprenditore per avere successo.

Ne occorrono sicuramente diverse, oltre alla motivazione, è oggi necessario avere una dote o risorsa Indispensabile: “Il Coraggio”. Oggi fare o avviare una attività in Italia richiede coraggio, anzi diciamo la verità gli Imprenditori devono trasformarsi in veri e propri Superman. Tasse esagerate, costo del personale, contributi, Burocrazia, banche che non prestano denaro, concorrenza spietata (abusivi che non vengono controllati da nessuno), a differenza delle persone “regolari” che sono martellate da burocrazia, leggi, leggine, regolamenti, sanzioni che hanno dell’incredibile.

Queste sono le difficoltà che una persona incontra nel momento in cui decide di fare l’imprenditore, poi ti devi misurare sul campo per verificare se hai la stoffa dell’imprenditore: se sai acquistare, vendere, se hai le doti del Leader (della tua squadra), se hai competenze della contabilità (gestione d’impresa), se hai competenze e doti organizzative, se sai relazionarti (alleanze strategiche), se sai sopratutto decidere e di conseguenza saper risolvere i problemi.

In un periodo di cambiamento epocale come questo, quel che conta di più è la formazione, che ti consente di superare molte difficoltà che puoi trovare sulla tua strada, “se sai come si fa, è molto più facile” le statistiche e tutte le ricerche effettuate, ci dicono che solo il 20% degli imprenditori ha un’attività che funziona e di questi una piccolissima percentuale “ha doti naturali”, cioè riesce ad avere ottimi risultati senza aver acquisito o imparato le competenze e le risorse necessarie per avere successo.

In un piccolo paese Americano attorno al 1920, gli abitanti andavano a rifornirsi di acqua ad una fonte distante 3 km dal paese, questo causava un grosso disagio, fare tutta quella strada ogni giorno, più volte al giorno diventava veramente problematico.

Un bel giorno un signore che abitava nello stesso paese, vide che questa esigenza di tutti, poteva essere alleviata, semplicemente caricando diverse botti d’acqua su di un calesse. Allora attaccato un cavallo alla carrozza, faceva avanti e indietro portando acqua a chi la desiderava, facendosi pagare.

Aveva creato un business per se stesso, risolvendo un grosso problema agli altri, addirittura aveva l’esclusiva “il monopolio”.

Un po di tempo dopo però, altre persone volevano svolgere quello stesso lavoro, perché era molto redditizio. Andarono allora dal Sindaco a lamentarsi, affinch’è indicesse una gara d’appalto.

il Sindaco del paese indisse un appalto, dando la possibilità a più soggetti (concorrenza) di fare quel tipo di Business, andando in questo modo in concorrenza con chi già faceva quel tipo di lavoro con  l’obiettivo di ridurre il costo di questo servizio.

Una persona si aggiudicò la possibilità di svolgere lo stesso lavoro, ma inspiegabilmente se ne andò dal paese.

Intanto l’imprenditore che era rimasto in paese continuava a lucrare con il suo lavoro indisturbato anzi ..aveva incrementato il numero dei calessi e assunto operai per svolgere questo lavoro …il suo Business aumentava di giorno in giorno, diventò una potenza.

Un giorno al paese, fece ritorno il concorrente che aveva vinto l’appalto 6 mesi prima. Egli aveva acquisito le tecniche per costruire un acquedotto che portava l’acqua dalla fonte direttamente all’interno delle case degli abitanti.

Iniziò i lavori e in poco tempo tutti avevano acqua corrente nelle case. Non solo, costruì altri acquedotti nei paesi vicini e tutti potevano usufruire si questa nuova tecnologia.

L’altro imprenditore continuava a portare i secchi d’acqua con il calesse, ma  nonostante i suoi sforzi “Non era più competitivo”, perché non si era rinnovato e ha dovuto cedere il passo al concorrente più preparato.

Cosa vuole dire questo!

Significa che crisi, recessioni, tasse, burocrazia, sono sempre esistiti, la differenza è nelle idee, nel coraggio di cambiare, nella formazione continua che ha portato a trasformare un prodotto già esistente, migliorandolo tecnologicamente in qualcosa di unico.

Tutte le crisi, hanno sempre consegnato alla storia uomini straordinari che con le loro innovazioni, idee coraggiose, sono stati artefici di cambiamenti di cui tutti hanno usufruito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *