Ecco Perchè Conviene diventare Imprenditori

tempo d'impresa

Conviene fare impresa in un periodo storico come questo?

E’ la domanda che si pone chi desidera lavorare in proprio, avviare un’impresa. Certo le condizioni economiche, la recessione, le persone che consumano meno prodotti, le tasse, la burocrazia, sono dei muri, a volte montagne insormontabili per chi vuole avviare un’impresa.

Guardiamo con un’ottica diversa la situazione, con l’occhio dell’imprenditore che veramente vuole fare Business  e che non si ferma ai primi ostacoli che si trova di fronte. E’ già questa una caratteristica dell’imprenditore di successo “affrontare e risolvere i problemi” che fa la differenza tra “un grande imprenditore ” e uno “mediocre”.

Oggi fare impresa, comporta difficoltà maggiori rispetto a 5 -10 anni fa, ma anche opportunità che 10 anni fa non erano minimamente immaginabili. Se è vero che le banche prestavano i capitali “in parte e con garanzie reali” agli imprenditori, non c’era la crisi, i consumi volavano, acquistare un’impresa costava centinaia di migliaia di euro.

Con la “liberalizzazione” è possibile trovare una “location” che ci piace, richiedere le autorizzazioni e nel 90 % dei casi avviare la nostra attività. Oggi crearsi un lavoro autonomo, “costa poco” anche per avviare le varie attività commerciali. Se pensiamo che la maggior parte delle nuove iniziative “Start up“, nascono con una dote finanziaria di non oltre 5.000 euro. E’ anche vero che il 95% di queste iniziative non dura più di 36 mesi.

Di chi la colpa? degli imprenditori certamente, non si può avviare un’attività impreparati, senza le dovute coperture finanziarie, un’attenta analisi del settore, un buon business plan e dovute conoscenze.

Il fatto di affidarsi al “caso” o alla “sorte” la dice lunga. Infatti solo il 5% degli imprenditori e delle imprese arriva a fondare un’impresa di successo un’attività che supera il periodo di 36 mesi, che dura una vita e che produce lavoro, benessere, opportunità, ricchezza.

Cosa fa la differenza tra chi riesce e chi non ce l’ha fa.

 I motivi possono essere i più vari:

  1. Il procrastinare sempre: ci sono imprenditori che vorrebbero fare qualcosa per la propria impresa, però tendono sempre a rimandare, nella speranza che tutto si sistemi e non debbano più fare nulla, fino a quando è troppo tardi e falliscono!!!

  2. Non avere passione per quello che si fa: molti imprenditori, avviano un business solo per fare soldi, senza pensare minimamente se la cosa che stanno facendo gli piace oppure no! Fino a quando qualcun’altro che lo fa per passione, gli porta via i clienti. La loro attività fallisce, senza neppure rendersene conto. Se non hai la passione in quello che fai, prima o poi le persone se ne accorgono e il tuo business muore.

  3. Perdersi nei problemi:  molte persone, sono sempre piene di problemi. Questo perché li fanno accumulare e poi non riescono più a gestirli. I problemi vanno affrontati e risolti. Se vuoi fare l’imprenditore devi entrare in quest’ottica.

  4. Non sapere bene come fare business: molti imprenditori, non conoscono le regole più elementari del business, come il marketing, il posizionamento, le collaborazioni, pensano che per riuscire, devono lavorare sodo e basta. Niente di più sbagliato. Prima di qualsiasi prodotto, viene il marketing. Puoi avere il prodotto migliore del mondo, ma se nessuno lo compra beh! non avrai molto successo.

  5. In quale nicchia posizionarsi: molto importante è sapere cosa vuoi fare, a chi ti vuoi rivolgere, qual’é il tuo pubblico. Molti imprenditori, preparano dei prodotti e li vendono a tutti, pensando di fare molti più soldi, devi restringere il campo a una fetta di mercato, una “nicchia”. Se vendi a tutti, in realtà, non raggiungerai nessuno, perché per raggiungere tutti, devi investire molto in pubblicità e siccome non tutti sono interessati a quello che offri, le spese potrebbero superare gli incassi, attenzione quindi.

  6. Non aver frequentato corsi di formazione: il 90% delle persone che fallisce nella propria attività, non ha un’adeguata formazione, pensa che non sia necessaria, in fondo loro sanno già tutto. Questa cosa è fatale nel momento in cui la concorrenza inizia a superarli e rosicchiare fette di mercato. A quel punto, non sanno cosa fare, proprio perché non sono preparati.

  7. Pensare di fare tutto da soli: Se apri un’attività e ci lavori dentro, hai molte possibilità di fallire, perché non hai tempo per fare marketing e siccome esso viene prima del prodotto, come farai a venderlo?
    Il compito di un imprenditore è quello di gestire la sua impresa, allacciare rapporti con le persone, attrarre clienti, verificare che tutto funzioni alla perfezione.
    Ti faccio un esempio: se hai una pizzeria, non devi e non puoi fare il pizzaiolo o il cuoco, per quello assumi qualcuno, il tuo compito principale è il marketing. Portare cioè il maggior numero di possibile di clienti nel tuo locale, con iniziative di ogni tipo e se sei impegnato in cucina, come puoi farlo.

  8. Mollare prima del tempo: ogni giorno, falliscono centinaia di imprese, ma siamo sicuri che non ci fosse più niente da fare per evitarlo?
    Anche in questo caso, il 90% degli imprenditori fallisce perché non prende in mano la situazione, non affronta i problemi con determinazione e costanza.

Questi sono solo alcuni degli aspetti che possono portare un’impresa al fallimento, ma nonostante tutto fare impresa, concretizzare il sogno della vita, diventare indipendente, creare l’attività di successo, oggi è possibile, anzi se lo vogliamo dire “indispensabile”.

Non esiste più la certezza del posto fisso a vita, la disoccupazione è alle stelle, troppi giovani e donne sono rassegnati alla disperazione, bisogna invece agire e le opportunità sono migliaia, alcune a costo ridottissimo, pensiamo solo alla possibilità di fare business sul web, dove è sufficiente un sito o un blog per farsi conoscere e proporre  dei prodotti a migliaia di persone.

Partendo dal presupposto che nel mondo ci sono milioni di problemi che affliggono le persone, prova a pensare se con le tue competenze, capacità, passioni, puoi risolvere qualche problema, ciò potrebbe farti diventare ricco e famoso!!!! Ehi!! Frena! Stai sognando ad occhi aperti?

Non voglio creare false illusioni, mettersi in proprio non è una cosa facile, serve molto coraggio e determinazione, ma se segui la strada giusta, perseverando con costanza, i risultati non tarderanno ad arrivare.

Da questo cambiamento che è in atto, si può trarre una conclusione:

il sistema economico-lavorativo  sta cambiando, va nella direzione della creatività e capacità dell’individuo. Il dipendente del futuro, avrà la stessa responsabilità dell’imprenditore per cui lavora. Il posto di lavoro “fisso” sarà solo un ricordo, prevarrà l’imprenditoria individuale.

Questo è un cambiamento epocale, non aspettare alla finestra che passi, rimarrai deluso/a. Inizia a formarti per darti un futuro migliore.

Iscriviti ai corsi di formazione gratuita e inizia a capire come funziona il mondo dell’imprenditoria individuale o d’impresa.

In seguito, potrai aderire alla scuola online per imprenditori di successo che ti prenderà per mano e guiderà passo dopo passo ad avviare e gestire la tua attività di lavoratore o lavoratrice autonomo/a.

Buona formazione.

Ricordati sempre che….

…..puoi perdere tutto, ma se sai come fare, ricominci da capo e raggiungi nuovamente il successo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *